Occhielli in composito

L’applicazione degli occhielli in metallo con le macchine automatiche che forano si conosceva già. Ma che si potesse realizzare la stessa applicazione con occhielli in materiale plastico, fino ad oggi sembrava impossibile. Eppure, grazie alla capacità di inventare, alla padronanza dei materiali, allo sviluppo delle tecnologie, finalmente qualcuno c’è riuscito. E forse non potevamo essere che noi, che abbiamo l’innovazione inscritta nel nostro DNA.

Il materiale

Perché gli occhielli in composito fino ad oggi non si potevano applicare con le macchine occhiellatrici automatiche che forano? La risposta è semplice: perché non esisteva un materiale plastico adeguato, in grado di resistere alle temperature di lavorazione e di offrire una totale affidabilità. Il materiale è uno dei segreti dei nostri rivoluzionari occhielli, nel solco di una tradizione di eccellenza nella ricerca e nell’innovazione che ci ha sempre premiati.

La tecnologia

Ma il materiale non basta: una volta realizzato, rimane da ideare ed implementare una tecnologia in grado di sfruttarlo al meglio. Anche in questo caso, come sempre, abbiamo potuto contare sulla nostra eccezionale esperienza nello sviluppo di processi produttivi innovativi, in particolare per la lavorazione delle materie plastiche. L’accoppiata materiali/tecnologie, ancora una volta, è alla base di un grande successo di Hawai Italia.

I vantaggi

Sotto l’aspetto produttivo, i vantaggi offerti da questo sistema di applicazione sono notevoli: rapidità di montaggio, risparmio conseguente dei costi, precisione nella lavorazione. Se a tutto questo aggiungiamo i vantaggi esclusivi del materiale composito (leggerezza, design, colore) otteniamo un prodotto totalmente nuovo, quasi rivoluzionario.